Quali sono i giri perfetti della centrifuga di una lavasciuga?

La perfezione non esiste, ma ci sono valori che vi si avvicinano. Bando ai teoremi, atterriamo sulla terraferma per parlare di elettrodomestici, nella fattispecie di lavasciuga, macchine che incarnano le funzioni di una lavatrice e di un’asciugatrice in un solo corpo, per saperne di più si invita a consultare il sito www.lavasciugamigliore.it . Come per la lavatrice la centrifuga in una lavasciuga assume una valenza basica nella valutazione della qualità dell’apparecchio e del risultato. Questo parametro si misura in giri, quali sono quelli ideali per una centrifuga nella fase preliminare dell’asciugatura? Qualcuno dice che dovrebbero essere 1200, altri si spingono più su, c’è chi parla di 1600 giri, ma non bisogna esagerare perché più si alzano i giri e più si rischia di ricevere bollette ultra-salate.

C’è differenza fra la centrifuga di una lavatrice e quella di una lavasciuga. Mentre nella prima si possono impostare meno giri in fase di lavaggio, nella seconda più alti saranno i giri della centrifuga e prima gli indumenti potranno asciugarsi, in pratica la lavatrice si ferma alla prima fase, la lavasciuga va oltre il lavaggio perché provvede ad asciugare la biancheria e per farlo bene dev’essere spinta a palla, in modo da strizzare bene i capi e liberarli dall’umidità. Questo impone che la centrifuga sia potente e a più giri possibili, altrimenti si dovrebbe attendere una vita per l’asciugatura degli indumenti più pesanti o refrattari.

Tenere, comunque, sempre a mente che sia la centrifuga che la temperatura possono essere regolati a priori, prima dello start, in modo da ottenere dalla macchina le migliori prestazioni in termini di tempistiche e qualità dell’asciugatura. Un altro falso mito da sfatare è quello del carico ideale. Premesso che, come la perfezione, non esiste, la mole della biancheria da caricare in lavasciuga deve fare i conti con i tessuti e il tipo di indumenti da lavare e asciugare. Non bisogna confondere il carico in fase di lavaggio con quello dell’asciugatura, in quanto sarebbe sbagliato equipararli. Alcuni modelli di lavasciuga, infatti, hanno una capacità di carico diverso tra i due cicli, nel senso che per asciugare tutti gli indumenti lavati occorrono due cicli di asciugatura.